La Mia AMAtriciana

In occasione del Festival dei Primi d’Italia sono stato chiamato dal pastificio Rustichella d’Abruzzo per presentare la Amatriciana nella ricetta originale.

Un appuntamento per sostenere gli abitanti di Amatrice e dei paesi limitrofi colpiti duramente dal terremoto del 24 agosto, per fare quadrato ed essere solidali.

Nel mio modo di interpretare la Amatriciana ho apportato delle variazioni che fanno percepire una dolcezza maggiore nella degustazione del piatto.
Per prepare il sugo utilizzo la cipolla rossa di Tropea tagliata così sottile da sembrare tritata e soffritta con olio EVO.
Aggiungo il guanciale, per il quale prediligo il taglio sottile per conferirne la croccantezza.
Una volta tostato, sfumo con del buon vino rosso ed evaporata la parte alcolica, unisco il pomodoro, solitamente scelgo il pomodoro a pera d’Abruzzo.
Dopo 10 minuti di cottura quando si percepisce che il sugo si sta ritirando aggiungo qualche goccia di Aceto balsamico di Modena ( il mio preferito è quello dell’amtriciana-jpgacetaia Giusti di Modena banda rossa ).

Veniamo alla pasta , a voi la scelta tra lo spaghettone e il rigatone.
Per me la migliore è quella del pastificio Rustichella d’Abruzzo nel formato dello Spaghettone del Leone in quanto il diametro trovo sia perfetto questo piatto.

Scolata la pasta 30 secondi prima del tempo di cottura, si manteca in padella e una volta impiattata si completa con una buona manciata di pecorino romano DOP.

Forza Amatrice !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...